Terra Nuova Ottobre 2004
Terra Nuova Ottobre 2014Scopri di più
22 Marzo 2012

Nasce l'asilo nido "senza pannolino"

Nasce l'asilo nido "senza pannolino". Un gruppo di educatori dà vita ad un'esperienza unica: la struttura sarà ad Acilia, nella XIII municipalità romana.

Nasce l'asilo nido "senza pannolino"

Si chiama L'Emilio ed è ad Acilia (Roma): partirà con una sezione di 4 bambini dai 3 ai 12 mesi che saranno all'asilo e ovviamente anche a casa senza pannolino. "No ,non siamo pazzi - spiega Paolo Mai dell'associazione che ha fatto partire il progetto (www.lemilio.it) - vi basti sapere che nel mondo sono una minoranza i bambini che portano questa ingombrante mutanda rispetto a coloro che non la conoscono neppure. Il pannolino è così radicato nella nostra cultura che siamo arrivati a considerarlo un bisogno del bambino mentre in realtà a nostro avviso è piu' una necessità dell'adulto. Abbiamo deciso di iniziare questa sperimentazione perchè crediamo che senza pannolino aumenti il benessere del bambino sia dal punto di vista motorio che dal punto di vista delle relazioni con genitori ed educatori. Ha decisamente influito sulla nascita del progetto anche il discorso ecologico. Abbiamo stimato che ogni anno solo nel nostro municipio (200'000 abitanti circa) tra asili nido e famiglie si gettino nella spazzatura ogni anno circa 8 milioni di pannolini. preferiamo non sviluppare il calcolo su Roma o sull'Italia per non allarmarvi troppo. Inoltre il suddetto è l'unico materiale per nulla riciclabile con le tecnologie ad oggi a nostra disposizione. I 4 bambini saranno seguiti da due educatori uno che seguirà i bambini e uno che raccoglierà i dati per le analisi. sono previsti degli incontri formativi per i genitori cheaderiranno all'iniziativa.

Come si fa a crescere un pargolo in mutande ? Innanzitutto alcune informazioni di base:

I bambini, quelli di tutto il mondo, non hanno un controllo volontario della sfintere grosso modo fino ai 18 mesi. quindi quando leggerete di seguito che il bambino ci invia il segnale che deve fare pipi' o cacca non è da intendersi, se volessimo tradurlo in parole " mamma devo fare la pipi'" ma " mamma sta succedendo qualcosa di strano giu' in basso ! Non intendiamo educare il bambino a fare la pipi' nel vasino perchè cio' non è possibile, ma vogliamo educare genitori e maestre a saper ascoltare.
I neonati allorquando stanno per fare pipi' o cacca manifestano questo loro stato attraverso dei segnali che possono essere verbali, facciali o corporei. Lo fanno sin dalla nascita poi dopo circa sei mesi, appurato che il loro messaggio non viene colto, cessano di comunicarcelo. Per questo è importantissimo iniziare il prima possibile. Se il nostro livello di ascolto e osservazione è elevato dopo qualche tempo capiremo quale è il segnale tipico di ciascun bambino riusciremo per tempo a condurlo nel vasino. Alcuni si lamentano emettendo un suono non acuto e solitamente breve, altri tendono ad allungare il corpo e a fare una smorfia facciale, qualcun altro si fa improvvisamente serio ecc ecc. Ci saranno anche d'aiuto le abitudini fisiologiche di ciascun bambino: Tizio fa la cacca dopo circa un' ora che ha mangiato, Caio fa la pipi' sempre al risveglio.

Tra le virtu' di questo metodo che viene scientificamente chiamato " ELIMINATION COMUNICATION" evidenziamo:
Miglioramento della relazione adulto bambino proprio perchè questo metodo non è applicabile se non vi è una' buona capacità di ascolto e ci sentiamo di dire che quanto più il piccolo si sente ascoltato tanto più ricca sarà la relazione.Liberiamo il bambino da un indumento ingombrante che penalizza la sua motricità ed è spesso causa di dermatiti, di solito i bambini tolgono il pannolino intorno ai 18 mesi nei paesi del nord europa un po' dopo da noi, solitamente d'estate( perchè piu' comodo per noi adulti ) e costituisce alcune volte un'esperienza quasi traumatica . E' stato dimostrato da una ricerca (http://www.evassist.it/node/2) nel 2004 compiuta dalla dottoressa Sun e dal pediatra italiano dott . Rugolotto e pubblicata sulla prestigiosa " rivista scientifica The Journal of Developmental and Behavioral Pediatrics"che applicando il nostro metodo risparmiamo sicuramente al bambino questo possibile trauma. Inoltre, drastica diminuzione dell'impatto ambientale e non indifferente risparmio economico. Insomma ci sembrano ci siano tutti i motivi per provare questa esperienza e allora perché no".

di C.B.
Quanto è interessante l'articolo?
(Voti ricevuti: )
Video
17 Aprile 2013
di F.G.
Senza pannolino: le domande frequenti
Genitori e Figli
19 Luglio 2010
di Terra Nuova
Senza pannolino
Genitori e Figli
22 Gennaio 2008
di Clara Scropetta
Settimana dell’allattamento
Genitori e Figli
30 Settembre 2014
Settimana dell’allattamento
di Beatrice Salvemini
Un milione di bambini soffre di insonnia
Genitori e Figli
25 Settembre 2014
Un milione di bambini soffre di insonnia
di Alexis Myriel
Malori in 276 ragazzine dopo vaccino Hpv
Genitori e Figli
20 Settembre 2014
Malori in 276 ragazzine dopo vaccino Hpv
di Beatrice Salvemini
Bimbi morti in Siria dopo vaccino antimorbillo
Genitori e Figli
19 Settembre 2014
Bimbi morti in Siria dopo vaccino antimorbillo
di Beatrice Salvemini
I vostri commenti
22 Marzo 2012
Daniela
"Congratulazioni per l'iniziativa. Sono felice che qualcosa si smuova anche a livello "istituzionale". Vi mando tutti i miei auguri di una fantastica esperienza di successo e tante future sezioni del genere! Il mio bimbo ha passato l'anno e sono orgogliosa di poter dire che non avrà indossato più di 5 pannolini negli ultimi 12 mesi. Se avessi un nido come il vostro vicino, non esiterei a mandarcelo.
Grazie per renderlo realtà!"
22 Marzo 2012
arianna
"Fra pochi giorni nascerà anche il mio piccolo e voglio sperimentare questa tecnica, ho già letto il libro, ma ora bisogna mettere in pratica. A pensarci sembra difficile, ma a quanto leggo è una cosa naturale..speriamo!!!"
Vuoi lasciare il tuo commento su questo articolo?
Si prega di inserire il codice esattamente come visualizzato. I Cookies devono essere abilitati nel browser.
Vi informiamo che la direttiva 95/46/CE, la Legge 675/96 e il D.Lgs 196/2003 prevedono la tutela delle persone rispetto al trattamento dei dati personali. Ai sensi delle normative indicate tale trattamento è improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza, tutelando la Vostra riservatezza e i Vostri diritti. Vi informiamo inoltre che "titolare" dei dati personali della suddetta legge è la Editrice Aam Terra Nuova Srl. Potrete, in ogni momento, avere accesso ai dati che Vi riguardano, chiedendone l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione, sempre salvo il Vostro diritto di opporVi, per motivi legittimi, al trattamento degli stessi.
terra nuova social
Calendario
in che anno siamo?
  • 1393 persiano
  • 1435 islamico
  • 2014 gregoriano
  • 4710 cinese
  • 5115 induista Kali Yuga
  • 5775 ebraico
  • 2558 buddista
l'almanacco di oggi
Eventi
Roma- dal 01/10/14 al 02/10/14
Milano- dal 21/09/14 al 21/10/14
Italia- dal 05/04/14 al 18/10/14
terra nuova annunci