Terra Nuova Settembre 2004
Terra Nuova Settembre 2014Scopri di più
29 Dicembre 2011

Cani ed emozioni

"I cani non mentono su ciò che provano, perchè non possono mentire sulle emozioni. Nessumo ha mai visto un cane triste che fingesse di essere felice".. un passo dal libro "Emozioni a sei zampe" per comprendere meglio il binomio cani ed emozioni.

Emozioni a sei zampe
di Aldo la Spina
pp. 200 - € 13.00
(per gli abbonati € 11.70)



Cani ed emozioni
Le emozioni si trasmettono, sono contagiose. Il nostro cane ha bisogno di noi per ricevere affetto, sicurezza, cibo, riparo; in cambio ci dà tantissimo, ma deve sentire che lo apprezziamo, che amiamo la sua compagnia, che la sua presenza ci dà gioia. Può sentirlo da come ci muoviamo, dalla distanza fisica o dalla vicinanza, da come lo guardiamo, dal tono della nostra voce, cogliendo tutte le sfumature della nostra comunicazione non verbale. Non può capire le parole, ma tutto il resto lo comprende benissimo: è una spugna emotiva, come i bambini. "Sente" a pelle quello che succede fra le persone: sente l'atmosfera che c'è nella casa, nella coppia dei suoi proprietari, sente lo stato d'animo che stiamo vivendo. Molti disturbi del cane sono riconducibili all'effetto-specchio. Gli studi condotti sui neuroni-specchio forniscono una conferma scientifica importante su come avvenga questo fenomeno, ma possiamo verificare noi stessi come vivendo insieme si finisca per assomigliarsi anche sul piano emozionale: è la simbiosi affettiva. Irrequietezza, disturbi della pelle, frequente urinazione, feci in casa, aumento dell'ostilità e della distruttività: spesso questi problemi del cane derivano da ansie e situazioni difficili vissute in famiglia e nei rapporti con il proprietario. Da qui può partire un circolo vizioso: il proprietario si preoccupa, il cane sente l'ansia sommarsi al disturbo che ha in corso. Invece un atteggiamento sereno e calmo del partner umano aiuta entrambi ad affrontare la situazione.

Al di là delle tecniche con cui possiamo tentare di influenzare il comportamento del cane, ciò che conta veramente è il nostro atteggiamento generale: avere fiducia in noi stessi, nel cane e nel nostro rapporto è il modo migliore per coltivare una relazione sana e capire i cani e le emozioni. Naturalmente bisogna anche imparare e utilizzare le "vecchie" tecniche cinofile per modificare i comportamenti: il condizionamento classico e operante, i premi e le punizioni, i contro-condizionamenti. Tuttavia queste tecniche, che applico tuttora, sono utili solo fino a un certo punto. Vanno bene se il problema è semplicemente quello del guinzaglio che non si sa usare o dell'errata modalità di comunicazione da parte del proprietario, non vanno bene se c'è quella che oggi si definisce "ansia da separazione" o una grave "sociopatia" e altri disturbi di questo genere. Come ho affermato in precedenza, queste definizioni psichiatriche lasciano un po' il tempo che trovano, sono in realtà etichette abbastanza pericolose da affibbiare, così come è rischioso cercare di nascondere un disagio del cane con tranquillanti somministrati a vanvera o con altre punizioni. Proprio come è pericoloso per noi umani assuefarsi a un farmaco che ha effetti collaterali, o classificare qualcuno come depresso appena prova malinconia.
Nella mia esperienza, l'emozione che noi suscitiamo nel cane è un elemento fondamentale della sua salute e del suo benessere, e contemporaneamente lo è per chi ci vive insieme. La mia proposta è quindi innescare un circolo virtuoso invece di uno vizioso, un circuito positivo nel quale il grande potere delle emozioni sane aiuta cane e proprietario a capirsi meglio e a vivere bene insieme. Propongo quindi di indurre deliberatamente emozioni positive nel cane per migliorare la nostra relazione.

La gratificazione emozionale
Una conoscente mi raccontò che, ogni volta che superava un esame universitario e tornava a casa tutta contenta per dirlo a suo padre, lui come unica risposta le dava dei soldi. Ogni volta lei ci rimaneva molto male. Tutti ovviamente siamo felici di ricevere del denaro, ma siamo più felici se prima, almeno, ci hanno detto che siamo stati bravi. Ricevere solo dei soldi da chi ci vuole bene o da chi stimiamo può essere umiliante, sicuramente è davvero triste: da un genitore, da un fratello o dal proprio amante desideriamo innanzitutto un segnale di approvazione, una gratificazione emozionale. Cinquecento euro sono utili a tutti e chiunque li gradirebbe, tuttavia definiscono la relazione in base a un preciso rapporto di interesse: "io ti pago". E cosa succede con gli animali? Dare subito in premio un bocconcino, senza esprimere nulla di più al cane, è un gesto che rovina la relazione, distrugge le emozioni. Certamente è molto più facile e immediato gratificare il cane cercando un biscotto in tasca piuttosto che cercare dentro di sé un'emozione, che, per essere espressa e "ricevuta" dal cane, richiede sincerità, spontaneità ed empatia. Anch'io commettevo questi errori, davo carezze e bocconcini per premiare e non capivo che si comunica soprattutto attraverso le emozioni. A mia volta restavo ancora legato al metodo di educazione del cane basato sul condizionamento, che era considerato l'unico sistema valido per indurre i comportamenti desiderati. Progressivamente mi sono invece accorto che il migliore insegnamento è l'esempio. Ora lo affermano anche studi scientifici come quelli sui neuroni-specchio, ma nello stare con i cani avevo già verificato che un messaggio come "dai vieni, forza!" sentito e sincero, magari durante un soccorso nel quale anche il proprietario corre e fa la stessa cosa che è richiesta al cane, è più efficace di qualsiasi altro sistema. Spesso invece mandiamo il cane in tilt: il cortocircuito viene a crearsi quando compiamo atti che sono naturali per noi ma non per il cane, dimenticandoci che la sua logica è diversa dalla nostra. Ad esempio, due modi di creare pasticci, pur avendo le migliori intenzioni, sono i seguenti: rincuorarlo se ha paura, perché così impara i vantaggi che derivano dall'aver paura, ovvero l'essere coccolato e magari premiato; avvicinarsi quando è libero per riprenderlo, mentre bisogna trovare il modo di richiamarlo altrimenti valuterà sempre il nostro avvicinarsi in modo negativo.
 




di F.G.
Il pelo animale e i suoi vizi
Consumo critico
20 Marzo 2012
di -
Marito in pensione, moglie “ammalata”
Ecologia della mente
19 Agosto 2014
Marito in pensione, moglie “ammalata”
di Beatrice Salvemini
Gli eventi al naturale di Terra Nuova a Bosco Albergati
Ecologia della mente
15 Luglio 2014
Gli eventi al naturale di Terra Nuova a Bosco Albergati
di F. Del Guerra
Dalai Lama: costruire pace e compassione
Ecologia della mente
25 Giugno 2014
Dalai Lama: costruire pace e compassione
di Tatiana Boretti
Cos'è la felicità? Rispondono le donne del Terra Nuova Festival
Ecologia della mente
21 Giugno 2014
Cos'è la felicità? Rispondono le donne del Terra Nuova Festival
di Gabriele Bindi
Vuoi lasciare il tuo commento su questo articolo?
Si prega di inserire il codice esattamente come visualizzato. I Cookies devono essere abilitati nel browser.
Vi informiamo che la direttiva 95/46/CE, la Legge 675/96 e il D.Lgs 196/2003 prevedono la tutela delle persone rispetto al trattamento dei dati personali. Ai sensi delle normative indicate tale trattamento è improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza, tutelando la Vostra riservatezza e i Vostri diritti. Vi informiamo inoltre che "titolare" dei dati personali della suddetta legge è la Editrice Aam Terra Nuova Srl. Potrete, in ogni momento, avere accesso ai dati che Vi riguardano, chiedendone l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione, sempre salvo il Vostro diritto di opporVi, per motivi legittimi, al trattamento degli stessi.
terra nuova social
Calendario
in che anno siamo?
  • 1393 persiano
  • 1435 islamico
  • 2014 gregoriano
  • 4710 cinese
  • 5115 induista Kali Yuga
  • 5775 ebraico
  • 2558 buddista
l'almanacco di oggi
Eventi
Ashram Joytinat-Corinaldo (An)- dal 05/09/14 al 07/09/14
- in Val di Sole – Trentino. Per un viaggio nel verde e dentro di te- dal 24/08/14 al 14/09/14
Italia- dal 05/04/14 al 18/10/14
terra nuova annunci